Il progetto Mancoosi per studiare la complessità del software

0 Flares 0 Flares ×

In un contesto simile ho avuto modo di capire che scegliere la giusta sequenza di passi per mantenere un sistema coerente in fase di installazione o aggiornamento non è impresa semplice. Che si tratti di un sistema software o di un sistema GNU/Linux o altro ancora, la complessità del compito rimane inalterata. Così il progetto Mancoosi, scoperto per caso surfando su Internet, mi ha incuriosito. Il materiale a disposizione sul sito è davvero interessante, ma presuppone un po’ di tempo libero e la mente serena per capirlo fino in fondo.

L’obiettivo principale è studiare le metodologie e gli algoritmi che possano permettere un migliore supporto all’aggiornamento del software, che si traduce in sicurezza delle transazioni, coerenza degli aggiornamento e anche un certo approccio amichevole dal lato utente.

Numerosi ambiti di studio sono stati affrontati da Mancoosi e sono tuttora operativi; fra i più interessanti vi è da segnalare una ricerca sulla formalizzazione di algoritmi per la scoperta e l’ottimizzazione delle sequenze di aggiornamento dei pacchetti software e la messa a punto di strumenti che permettano l’applicazione di tali aggiornamenti.

[Via Programmazione.it]

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Email -- 0 Flares ×

3 Comments Il progetto Mancoosi per studiare la complessità del software

  1. Pingback: diggita.it

  2. Pingback: Tweets that mention Il progetto Mancoosi per studiare la complessità del software « Francesco Corsentino .net -- Topsy.com

  3. Pingback: Notizie dai blog su Il progetto Mancoosi per studiare la complessità del software

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>