Google: più Mac e meno Windows

0 Flares 0 Flares ×

E’ un mondo Microsoft centrico? Probabilmente sì, ma recentemente si è assistito ad un tentativo di smarcamento generale dal predominio Microsoft. E non per un diffuso senso di andare contro i potenti, ma per una più naturale selezione oggettiva improntata alla qualità. Scadente Internet Explorer, per quanto mi riguarda: troppi guai, troppo lavoro superfluo per ripulire i design e farli funzionare sul browser di Bill Gates. E poi Windows contro Linux, ossia crash continui contro una filosofia che apprezzo, che condivido e che mi esalta. E ancora, virus e antivirus contro trasparenza e praticità d’uso. Per non parlare del paragone Mac OS X contro Windows.

Sarà un mondo Microsoft-indipendente? Probabilmente sì (e già lo è, forse), e qui giocano un ruolo di primo piano i team di sviluppo delle varie distribuzioni del pinguino e grandi aziende, su tutti Apple. Così la notizia che Google abbia smesso le licenze di Microsft Windows è paragonabile a un frastuono, un rumore troppo forte per non provocare danni.

Dopo l’attacco perpetrato ai danni di Google all’inizio dell’anno, ai piani alti di BigG si sarebbe discusso se convenisse passare a sistemi ufficiali Linux e Mac OS X visto che questi ultimi sembrano garantire maggiore sicurezza. L’attacco di inizio anno, è bene ribadirlo, era stato avviato tramite una serie di trojan nascosti in alcune e-mail. Tali trojan avevano permesso l’accesso ad alcune postazioni Windows utilizzate, a loro volta, come trampolino di lancio per l’attacco ai server Google. In seguito a tale attacco alcuni dipendenti avevano scelto di migrare, in modo del tutto spontaneo, a sistemi non Microsoft.

[Via Programmazione.it]

Resta da capire cosa c’è di vero (cioè quali saranno le prossime mosse) e i reali progetti di Google che si è affacciata un po’ su tutto: dispositivi, internet, startup, motore di ricerca, advertising, telefonia, banda larga, sistemi operativi e chi più ne ha più ne metta.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Email -- 0 Flares ×

1 Comment Google: più Mac e meno Windows

  1. Pingback: Il punto della settimana #25 « Francesco Corsentino .net

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>