Servizio DNS dinamico gratuito: è No-IP

2 Flares 2 Flares ×

Conosco sempre più gente che dispone di un piccolo/grande computer perennemente connesso a Internet e sistemato su una scrivania o in un polveroso angolo del proprio appartamento. Sempre connesso e sempre acceso, 24 ore su 24. I motivi per cui si potrebbe volere un simile computer possono essere davvero tanti: un servizio FTP sempre attivo, un sito casalingo, un blog, la possibilità di voler accedere al prioprio computer da remoto e via così.

Non faremo una lezione intera sulle tecnologie internet, ma qui ci basta sapere che una connessione casalinga non si caratterizza per il fatto di possedere un indirizzo IP statico. I nostri abbonamenti ADSL non lo prevedono perciò le possibili soluzioni per raggiungere da remoto la nostra postazione casalinga sono due: acquistare un IP statico (non conveniente) o procurarsi un account di DNS dinamico.

L’idea alla base di un simile servizio è semplicissima: noi registriamo un nome di dominio che sarà associato al nostro indirizzo IP. Nessun paradosso: sarà il nostro router a informare il servizio di DNS dinamico quale è l’effettivo indirizzo IP che il nostro ISP ci ha assegnato. Così, dopo un riavvio o un’accensione, ci sarà sempre una corrispondenza valida fra il nome di dominio scelto e l’indirizzo IP che punta al nostro appartamento.

Il servizio in questione è No-IP che offre la possibilità di registrarsi gratuitamente e sfruttare questo comodo meccanismo. Dopo aver creato il nostro account ci sarà chiesto di determinare il nome di dominio che sarà della forma nostronome.no-ip.org.

Ok, fatto ciò abbiamo un account e un nome di dominio (in realtà ne possiamo creare tanti quanti sono gli host configurati nella nostra rete casalinga). Ed eccoci al primo problema da risolvere: chi informerà No-IP dell’indirizzo IP effettivamente ricevuto dall’ISP? Le risposte sono due: il router cui fa capo l’intera nostra rete o i singoli host.

Nel primo caso andrà verificato che il software che governa il router prevede una qualche impostazione per supportare il dynamic DNS: consultate il manuale del vostro dispositivo, ma a meno di apparecchi vecchi o particolari, il supporto dovrebbe essere assicurato. Navigate fra le interfacce di amministrazione e scoprite come si fa. Generalmente si dovranno riempire due (o tre) campi: username e password del servizio cui si è abbonati.

Nel secondo caso si procederà installando sui sistemi cui si vorrà accedere da remoto un software client. Tranquilli: il programma supporta gli ambienti Windows, Mac e Linux. Anche in questo caso l’installazione e gli step di configurazione sono piuttosto semplici.

Fatene buon uso.

2 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 1 Buffer 1 Email -- 2 Flares ×

6 Comments Servizio DNS dinamico gratuito: è No-IP

    1. Kiko

      Hai assolutamente ragione @markux, io evidentemente intendevo un discorso generale.

      E non ti sorprenderà sapere che uso, effettivamente, DynDNS. Solo che ieri sera ho scoperto No-IP e ho scritto due righe su questo servizio. In attesa di provarlo.

      Grazie per la precisazione!

      Reply
  1. Paride

    Al momento 20 euro con infostrada (fino al 2013) flat adsl e voce, e gogoc con ipv6 statico (aggratis)

    Reply
  2. pino

    ringrazio anticipatamente
    sono registrato no-ip , ogni due giorni lo devo riattivare
    come mai lo disattivano di continuo.

    Reply
    1. kiko

      Non lo sto più usando, quindi onestamente non saprei darti una risposta. Hai visto se in giro qualcuno riscontra i tuoi stessi problemi, @pino?

      Reply

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>