Cosa c’è di nuovo in WordPress 3.2?

17 Flares 17 Flares ×

È disponibile da qualche giorno la versione 3.2 di WordPress. Nelle prossime settimane seguiranno le release di terzo livello (3.2.1, 3.2.2 e così via) che non dovrebbero comunque modificare significativamente quanto già presentato in questo rilascio.

In questo articolo daremo uno sguardo ai cambiamenti più importanti dal punto di vista dell’utente finale.

In tal caso non possiamo perciò non accennare al nuovo design con cui si presenta ora la dashboard di WP, al nuovo tema ben più carino del precedente e ad alcune funzioni di amministrazione. Ma andiamo con ordine.

Come è cambiata la dashboard?

Il primo impatto, almeno per quanto mi riguarda, è positivo. La sidebar laterale che contiene tutti i menu di amministrazione è stata modificata: è più snella, nel senso letterale del termine, e ciò a tutto vantaggio del restante spazio nella finestra che presenta tutte le schermate per i contenuti e i pannelli di amministrazione. Sebbene possa sembrare più compressa, in linea verticale, in realtà è molto più pulita e basteranno pochi utilizzi per confermare questa impressione.

Sono cambiate alcune etichette e apprezzo particolarmente il fatto di mettere in grassetto la sezione (l’etichetta della sezione) in cui ci si trova. Se fate largo uso di plugin e saltate spesso da un pannello a un altro questo accorgimento non vi farà perdere l’orientamento.

È cambiato il font, cosa che vi farà strabuzzare gli occhi durante le prime navigazioni se siete passati da uno spartano ambiente dashboard di WP 3.1 a WP 3.2. Quale sia migliore è evidentemente un argomento soggettivo: io preferivo il font vecchio.

Full screen Editor

Se scrivete i vostri articoli direttamente su WP, cioè se non siete soliti fare il copia-e-incolla dei vostri testi sull’editor di WP, allora vi farà piacere scoprire che questa nuova versione presenta una migliorata funzionalità di full screen. Nettamente superiore alla precedente, quando premete il pulsante apposito la finestra si ridurrà a una barra alta in grigio che contiene poche funzioni per la formattazione, poi il form piatto per il titolo e tutto lo spazio restante dedicato al corpo del documento.

Assolutamente una funzionalità da sfruttare per limitare le distrazioni mentre si scrive e concentrarsi esclusivamente sul contenuto.

Vale per l’editor in generale, le icone sono state modificate, rese esteticamente più gradevoli e il font per il body dei post è il monospace che preferisco assolutamente agli altri.

Admin bar più ricca

Con la versione 3 di WP si è introdotta la admin bar, ossia quella barra color grigio scuro che appare sulla top position del nostro front-end. Contiene pochi pulsanti che permettono di accedere alle funzioni più frequentemente usate. Bene, l’admin bar è stata modificata e di default appaiono ora il pulsante per accedere alla dashboard, il pulsante new permette di poter scegliere fra post, page e altri tipi di contenuto, il pulsante appearance è stato esteso con un sottomenu. In questo modo, pure da front-end, gestire il nostro sito WordPress sarà semplice e veloce.

Ottimizzazione performance

Ho letto molto, ma le fonti non sono attendibili, dunque vi prego di prendere questo paragrafo col beneficio di inventario.

WP 3.2 funziona completamente su PHP 5 e sono state riscritte parti di codice del core. A tutto vantaggio delle prestazioni. Sui miei siti io non ho notato differenze sostanziali di velocità, solo “a naso” mi sembra che la dashboard risponda meglio. Non essendo stato modificato l’hardware e il software dei server, devo concludere che in effetti il lavoro del team di sviluppo sia positivo.

Avete avuto la stessa mia sensazione?

Migliorate le prestazioni in termini di sicurezza e in ottica del sistema di caching interno.

Inoltre è stata ritoccata la procedura per la aggiornamento del core e dei plugin e stavolta qui ho notato un netto incremento della velocità.

Nuovo tema: Twenty Eleven

Non sono mai stato un grande fan dei temi di default dei CMS, ma devo dire che stavolta dovrò fare retromarcia: Twenty Eleven è stato scritto in HTML 5 e CSS 3. Esteticamente è più gradevole del predecessore, mentre dal lato amministrazione presenta diversi utili widget. Stavolta consiglio a chi intende avvicinarsi al mondo dei template WordPress di studiarne il codice perchè mi sembra buono.

Conclusioni

Non posso che giudicare positivamente questa release. Non ho ancora verificato, ma basandomi su quanto detto in chat e letto sui forum, l’opera di reingegnerizzazione del codice secondo i migliori paradigmi OOP sta procedendo e l’adozione di PHP 5 è un segnale (forse!).

Ora mi attende una calda estate per capire cosa è cambiato veramente a livello di uno sviluppatore. Probabilmente avranno ritoccato qua e là le funzioni per il recupero dei dati dal database (come suggerito da vari autorevoli guru di WP) perchè finora nessuno ha alzato la voce.

Voi avete un giudizio simile al mio? Questo aggiornamento vi piace?

17 Flares Twitter 4 Facebook 9 Google+ 0 LinkedIn 4 Buffer 0 Email -- 17 Flares ×

2 Comments Cosa c’è di nuovo in WordPress 3.2?

  1. Massimiliano Arione

    Be’, parlare di PHP5 oggi come oggi è un po’ una presa in giro. Ricordiamoci che il supporto a PHP4 è cessato nel 2008 (*tre* anni fa), per cui…
    Il discorso su cui bisogna puntare è l’OOP e su questo sembra che wp stia andando bene, ma molto lentamente.

    Reply
  2. Kiko

    @Massimiliano assolutamente corretto. Io mi limitavo al core di WP, però, non stavo facendo un discorso generale!

    A me WordPress piace da pazzi e lo uso costantemente, ma dentro è migliorabile molto e il team di sviluppo sta procedendo a rilento. Sotto questo punto di visto avevo apprezzato il lavoro che avevano fatto per SilverStripe che ho praticamente quasi abbandonato.

    Quindi sottoscrivo la tua ultima frase. Quando intendo PHP5 mi riferisco proprio alla riscrittura quasi completa del core in ottica OOP!!!

    Reply

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>