SRL semplificate: vantaggi e svantaggi del capitale sociale di solo 1 euro

25 Flares 25 Flares ×

Al via le società semplificate, senza oneri e limiti, con l’obiettivo di aiutare il paese dei giovani e dei piccoli imprenditori a rilanciarsi. Ma è veramente così? Sarà veramente così?  Proviamo a capirne di più sulle società con capitale sociale a solo 1 euro.

E’ quanto stabilito dalla bozza del decreto liberalizzazioni. Approvata di recente dal Consiglio dei Ministri, tale bozza apre la strada alla possibilità di mettere i piedi una Società a Responsabilità Limitata con un capitale sociale anche di 1 euro. Cifra simbolica per dire in realtà che non esiste più un limite minimo.

I requisiti per accedere a tale possibilità si riducono al seguente punto: l’imprenditore deve avere meno di 35 anni di età.

Vantaggi delle SRL semplificate

Per dare inizio a una SRL semplificata non serve più un notaio. Occorre redigere una scrittura privata in cui compaiano tutti i dati dei soci, con quote e quanto altro, da depositare al registro delle imprese della Camera di Commercio. La scrittura è esente da diritti di bollo e il capitale iniziale non è più soggetto al limite minimo di 10.000 euro.

Le SRL semplificate derivano poi tutti i vantaggi di un SRL classica, in particolare quello per cui se le cose vanno male l’imprenditore (o gli imprenditori) risponde con il patrimonio investito e non quello personale.

Ma i vantaggi terminano qui.

Svantaggi delle SRL semplificate

Il capitale sociale minimo di 1 euro è in realtà un dato simbolico. All’imprenditore è richiesto il versamento di almeno 2500 euro inizialmente, capitale che poi può essere investito e speso in struttura, pubblicità e quanto altro.

Essendo una SRL a tutti gli effetti vige l’obbligo di depositare il bilancio al registro delle imprese. Questo ogni anno e ciò significa mettere a budget le spese di gestione relative.

Un punto che non mi è ancora chiaro è il seguente: venture capitalist possono agire come socio interno? Ho ricevuto più risposte negative e mal giustificate, rispetto al “certo, perché no!”. In tal caso, in ottica di un rilancio dello startup in Italia, questo sarebbe un grosso vulnus, per me decisivo se le SRL semplificate dovevano dare coraggio agli startuppari nostrani.

E veniamo al punto cruciale. In fase di avvio di un’impresa è fondamentale poter attingere a fondi di investimento e sostentamento. Per esempio il credito che le banche concedono alle società. Ma quale banca potrebbe mai concedere credito a giovani imprenditori che non hanno un minimo di capitale depositato?

L’ultimo punto è relativo al fatto che una volta compiuti i 35 anni di età… la SRL semplificata deve essere tramutata in SRL classica. Ciò significa prenotare un appuntamento da un notaio e prepararsi all’esborso di denaro. Nell’attesa di spegnere le 35 candeline… la SRL semplificata avrà realmente avuto la possibilità di crescere, investire e guadagnare?

Alternative alla SRL semplificata

Se venisse confermato il punto dolente che vede impossibile prendere come socio interno un venture capitalist, e se venisse confermata pure l’ipotesi di banche poco propensi a concedere crediti a tali società, allora converrebbe pensare sin da subito a un’alternativa.

Se si è soli e si intende percorrere una strada da libero professionista, la migliore scelta potrebbe essere quella di aprire Partita IVA col regime dei minimi. Il vantaggio sarebbe quello di versare solo il 5% di imposta sull’utile.

Viceversa, se le limitazioni rischiano di compromettere lo stato di salute della società, allora non resta che percorrere la strada delle SRL classiche e cercare i 10.000 euro da depositare sul conto. Più tutte le spese di avvio. Che non sono poche.

L’ultima alternativa consiste nel preparare i bagagli e trasferirsi all’estero, dove le pratiche, i tempi e i costi per aprire una società sono certamente minori rispetto all’Italia, Paese che sembra non amare i propri giovani.

25 Flares Twitter 11 Facebook 12 Google+ 0 LinkedIn 1 Buffer 1 Email -- 25 Flares ×

2 Comments SRL semplificate: vantaggi e svantaggi del capitale sociale di solo 1 euro

  1. David N. Welton

    Come uno del gruppo SrlFacile.org, siamo contenti di questo passo avanti, ma lo riteniamo solo un primo passo sulla strada verso regole migliore per le piccole imprese e startup. Se la cosa va in qualche modo bene, potrebbe servire a dimostrare che notaio e capitale sociale non importano molto. Se ne sono accorti i notai che iniziano a produrre grandi quantita` di “FUD” ( http://it.wikipedia.org/wiki/Fear,_uncertainty_and_doubt ) sulla riforma, anche se e` una cosa vincolata.

    Reply
  2. D' Avino Maurizio

    Sto per aprire un bar tapas e siccome mia moglie ha 34 anni ho pensato di fare una srl s a lei intestata volevo sapere se veramente al compimento dei 35 anni deve passare alla srl normale con tutti costi connessi.

    Reply

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>