Come creare buoni contenuti per il tuo business? [INFOGRAFICA]

16 Flares 16 Flares ×

Come creare un buon contenuto per il tuo business? E’ la domanda del secolo, visto che i contenuti sono portatori dei valori della tua azienda e il cuore pulsante di tutto un progetto.

Un’infografica di Spundge ci guida in un percorso che dovrebbe portare a creare proprio un buon contenuto per il tuo business. In 9 step che commentiamo di seguito, prima dell’inforgrafica.

Primo: riflettere. Lavorare sulle idee per le quali provi piacere rende il lavoro meno “lavoro”. Scopri quali sono gli argomenti che affronti con più semplicità e rifletti sui contenuti che sposano bene la tua attività. Dimostrare passione e competenza è la migliore arma per acquisire credibilità ed efficacia.

Secondo: trovare le fonti. Prima di buttarti a capofitto nella scrittura, cerca, ricerca e approfondisci. Per quanto preparato puoi essere, tramite Internet o riviste di settore saltano sempre nuove fonti. Alcune di queste potrebbero rivelarsi molto preziose, e magari qualcuno potrebbe fornirti aggiornamenti indispensabili per il contenuto da produrre.

Terzo: leggere. Quel “potrebbe” del capitolo precedente diventa affermazione solo se leggi le fonti e gli articoli trovati. Leggere prima di scrivere è un passo fondamentale per tutta una serie di motivi: scoperta di nuovi stili, sperimentazione di nuovi toni, migliori o diverse tecniche di scrittura.

Quarto: salvare le fonti. Hai trovato una fonte utile, dopo averla letta? Sarebbe buona cosa salvarla. Esistono sul Web decine e decine di servizi che permettono di mantenere in ordine un database di link e di articoli. Mantenere aggiornato e ordinato un simile database aiuta nel lavoro di tutti i giorni: per trovare verifiche ad argomentazioni, per trovare nuovi spunti per nuovi argomenti e via così.

Quinto: scambiare idee. Se sei parte di una redazione, o se hai soci o semplicemente collaboratori o amici, prova a scambiare con tutti loro un minimo di idee su quanto hai trovato e prodotto. Il feedback è importante, ti aiuta a migliorare il tutto.

Sesto: fissare una deadline. Che mondo sarebbe senza scadenze? Ok, era meglio il motto con la nutella, ma nel mondo dei contenuti la deadline è un elemento cruciale. Spesso, rispettare o meno una scadenza è l’abilitatore del successo o la causa di un fallimento. Arrivare secondi, nella battaglia dei contenuti, è la iù bruciante delle sconfitte. Una scadenza ti aiuta a rimanere fisso su un obiettivo, ti aiuta a rimanere motivato e una ferrea disciplina in tal senso aiuta a mettere un freno alla pericolosa arte del procrastinare ogni cosa.

Settimo: scrivere. E’ arrivato il momento di aprire il tuo editor e cominciare a scrivere. Scaletta o non scaletta, cominciamo a buttar giù idee e paragrafi che andranno a comporre il nostro contenuto. Il materiale c’è, la scadenza pure, sotto col lavoro. L’obiettivo è rimanere concentrato…. sull’obiettivo: farsi capire, catalizzare l’attenzione del lettore, comunicare efficacemente.

Ottavo: correggere e rivedere. Hai scritto? Ora correggi. La prima bozza è difficlmente quella defitiva da consegnare o da pubblicare. Ogni pezzo va migliorato, riletto, alla caccia di errori o di migliori teniche di costruzione dei paragrafi. Snellire, semplificare e migliorare sono i capisaldi di un buon lavoro di editing.

Nono: esercitarsi. Per ottenere grandi risultati occorre un allenamento costante. Gli otto passi fin qui descritti devono essere costantemente ripetuti per ogni lavoro di costruzione di contenuti. La cura dei contenuti è un ciclo infinito e un allenamento da mettere in conto ogni giorno.

Come creare buoni contenuti per il tuo business

L’infografica di Spundge che mostra come creare buoni contenuti per il tuo business

16 Flares Twitter 0 Facebook 3 Google+ 5 LinkedIn 4 Buffer 4 Email -- 16 Flares ×

1 Comment Come creare buoni contenuti per il tuo business? [INFOGRAFICA]

  1. Pingback: Come creare buoni contenuti per il tuo business...

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>