Come cambia il ruolo del CIO nell’era delle business technologies

3 Flares 3 Flares ×

Per il ruolo di CIO è in corso un ampliamento di missione e di scopo. Non solo ottimizzazione ed efficenza dell’IT, ma anche scelta e implementazione delle tecnologie che abilitano il business. Questo per rispondere all’esigenza sempre più marcata di legare insieme Marketing, Linee di Business e tutte le funzioni a supporto.

Da una parte continuare la digitalizzazione delle operazioni interne, volte sopratutto a incentivare e facilitare la collaborazione interfunzionale fra dipartimenti, manager e operativi; dall’altra l’innovazione sperimentale per assecondare la missione di acquisire, servire e fidelizzare i clienti (B2B o B2C).

Alla base di questo ampliamento deve esserci la presa di coscienza che sono mutati gli orizzonti, specialmente culturali, oltre che strumenti e scenari di mercato.

I problemi culturali? La disponibilità a prendere rischi fa il paio con la necessità di innovare. Deve essere messo in atto un nuovo modello di gestione del fallimento. Oggi il fallimento va controllato, difficilmente può essere del tutto annullato.

In un’era in cui il cambiamento è norma, bisogna poi imparare ad adattarsi velocemente, per rispondere ai bisogni di clienti e mercato. Vista la quantità di canali di comunicazione e la molteplicità di fattori e attività, occorre dotarsi di un modello di staffing flessibile, potendo cioè fare affidamento all’outsourcing di qualità, scovando e usando i talenti esterni all’organizzazione.

Agilità, adattabilità al cambiamento, digitalizzazione. Tutto quanto occorre per sopravvivere nella nuova era del business.

[Photo Credit: Pinterest]

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Buffer 3 Email -- 3 Flares ×

Lascia il tuo commento

Tranquillo: la tua email non verrà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>